>   Training   >   Operations & Supply Chain Management   >   Percorso Tecnico di Produzione - Lean Specialist manufacturing

Linkedin

Facebook

Google Pluss

Email

Twitter

S
h
a
r
e

Percorso

Tecnico di Produzione - Lean Specialist manufacturing

F

5^ed. Milano
Avvio: 27-10-2020

Modulo 1

Lean Production: analisi e ottimizzazine flussi produttivi, indicatori di performance

27-28 Ott 2020
24-25 Nov 2020

Modulo 2

5S e soluzioni Visual. Smed per la riduzione dei tempi di set-up

15-16 Dic 2020

Modulo 3

Kaizen per il miglioramento continuo

19-20 Gen 2021

Mod. 1: Lean Production: analisi e ottimizzazine flussi produttivi, indicatori di performance


top

La figura del Tecnico di Produzione

  • La funzione e lo studio dei metodi nell'organizzazione industriale
  • Tempi, costi, qualità, servizio
  • Il Quanto: capacità, elasticità, flessibilità
  • Il Come: prestazioni - rendimento ed efficienza
  • Il Quando: tempo di consegna e livello di servizio richiesti

Gli indicatori per il monitoraggio delle prestazioni

  • La misura delle prestazioni (KPI): indicatori di risultato, indicatori di processo
  • Il programma di miglioramento continuo nelle Operations
  • Livello di servizio, Lead time e WIP, OEE, tempi di Set Up, indici di qualità e produttività, MTBF e MTTR
  • L'individuazione delle cause di inefficienza

Sperimenterete
Esercitazioni sulla definizione e monitoraggio degli indicatori di performance

Continua a leggere

La figura del Tecnico di Produzione

  • La funzione e lo studio dei metodi nell'organizzazione industriale
  • Tempi, costi, qualità, servizio
  • Il Quanto: capacità, elasticità, flessibilità
  • Il Come: prestazioni - rendimento ed efficienza
  • Il Quando: tempo di consegna e livello di servizio richiesti

Gli indicatori per il monitoraggio delle prestazioni

  • La misura delle prestazioni (KPI): indicatori di risultato, indicatori di processo
  • Il programma di miglioramento continuo nelle Operations
  • Livello di servizio, Lead time e WIP, OEE, tempi di Set Up, indici di qualità e produttività, MTBF e MTTR
  • L'individuazione delle cause di inefficienza

Sperimenterete
Esercitazioni sulla definizione e monitoraggio degli indicatori di performance

Riduci

Mod. 2: 5S e soluzioni Visual. Smed per la riduzione dei tempi di set-up


top

Obiettivi

  • Conoscere ed applicare i concetti fondamentali della Visual Factory e delle 5S
  • Realizzare postazioni di lavoro eccellenti in termini di efficienza, razionalizzazione degli spazi, ottimizzazione della qualità
  • Comprendere l'importanza della riduzione dei tempi di set-up per incrementare flessibilità ed economicità dei sistemi logistico - produttivi
  • Acquisire ed applicare i principi della metodologia SMED

La Visual Factory: aspetti generali

  • Il ruolo chiave del visual management all’interno di una fabbrica snella
  • Definizione ed obiettivi della Visual Factory
  • Dalla comunicazione al controllo visuale

Il punto di partenza: realizzare il modello ideale di posto di lavoro

  • Le 5S: significato e campi di applicazione
  • Finalità ed attività collegate alle 5S

Linee guida di un progetto 5S

  • Parte I: impostazione del progetto e definizione degli obiettivi
  • Parte II: realizzazione e consolidamento

Strumenti della Visual Factory

  • Controlli di processo
  • Controlli della qualità
  • Controlli della produzione
  • Controlli di manutenzione
  • Gestione del personale e della sicurezza

Il punto di arrivo: prevenire le anomalie

  • Sistemi a prova di errore (poka yokè)
  • Consolidare un processo di miglioramento continuo
  • Audit e check list di verifica

Il set-up nei processi produttivi

  • La necessità di ridurre il lead time di produzione
  • Il dilemma efficienza / flessibilità
  • Effetto lotto su un sistema produttivo
  • Gli indicatori di rendimento degli impianti

Riduzione e semplificazione delle attività di set-up: la metodologia SMED

  • Rilevazione ed analisi del set-up
  • Identificazione e separazione delle attività interne ed esterne
  • Conversione di attività interne in attività esterne
  • Riduzione e semplificazione delle attività interne ed esterne
  • Misura dei risultati
  • Standardizzazione delle attività

Indicatori di prestazione e valutazione economica dei set-up

  • Benefici conseguiti in termini di capacità produttiva, di flessibilità e rotazione delle scorte

Applicazione dei concetti teorici tramite Game di Simulazione SMED

  • Scomposizione del ciclo in attività elementari
  • Definizione del tempo ottimale
  • Standardizzazioni e scelta dei componenti meccanici per il miglioramento delle procedure
  • Stesura dell’istruzione operativa di cambio formato e della check-list

Continua a leggere

Obiettivi

  • Conoscere ed applicare i concetti fondamentali della Visual Factory e delle 5S
  • Realizzare postazioni di lavoro eccellenti in termini di efficienza, razionalizzazione degli spazi, ottimizzazione della qualità
  • Comprendere l'importanza della riduzione dei tempi di set-up per incrementare flessibilità ed economicità dei sistemi logistico - produttivi
  • Acquisire ed applicare i principi della metodologia SMED

La Visual Factory: aspetti generali

  • Il ruolo chiave del visual management all’interno di una fabbrica snella
  • Definizione ed obiettivi della Visual Factory
  • Dalla comunicazione al controllo visuale

Il punto di partenza: realizzare il modello ideale di posto di lavoro

  • Le 5S: significato e campi di applicazione
  • Finalità ed attività collegate alle 5S

Linee guida di un progetto 5S

  • Parte I: impostazione del progetto e definizione degli obiettivi
  • Parte II: realizzazione e consolidamento

Strumenti della Visual Factory

  • Controlli di processo
  • Controlli della qualità
  • Controlli della produzione
  • Controlli di manutenzione
  • Gestione del personale e della sicurezza

Il punto di arrivo: prevenire le anomalie

  • Sistemi a prova di errore (poka yokè)
  • Consolidare un processo di miglioramento continuo
  • Audit e check list di verifica

Il set-up nei processi produttivi

  • La necessità di ridurre il lead time di produzione
  • Il dilemma efficienza / flessibilità
  • Effetto lotto su un sistema produttivo
  • Gli indicatori di rendimento degli impianti

Riduzione e semplificazione delle attività di set-up: la metodologia SMED

  • Rilevazione ed analisi del set-up
  • Identificazione e separazione delle attività interne ed esterne
  • Conversione di attività interne in attività esterne
  • Riduzione e semplificazione delle attività interne ed esterne
  • Misura dei risultati
  • Standardizzazione delle attività

Indicatori di prestazione e valutazione economica dei set-up

  • Benefici conseguiti in termini di capacità produttiva, di flessibilità e rotazione delle scorte

Applicazione dei concetti teorici tramite Game di Simulazione SMED

  • Scomposizione del ciclo in attività elementari
  • Definizione del tempo ottimale
  • Standardizzazioni e scelta dei componenti meccanici per il miglioramento delle procedure
  • Stesura dell’istruzione operativa di cambio formato e della check-list

Riduci

Mod. 3: Kaizen per il miglioramento continuo


top

Fondamenti

  • La filosofia e i principi del miglioramento continuo. Caccia agli sprechi (Muda), combattere la rigidità (Muri) e la variabilità (Mura) attraverso la consapevolezza
  • Come il metodo aiuta a rendere più facili cose semplici

La "cassetta degli attrezzi"

  • Gli strumenti operativi del miglioramento, quali sono e dove applicarli
  • Come sono correlati con gli obiettivi
  • Gli indicatori del miglioramento- Il problem solving applicato operativamente
  • Cosa sono le metodologie: 5S, SMED, VSM, TPM, Six Sigma e come si collocano nelle attività di miglioramento aziendale

Le modalità di attuazione - I "cantieri"

  • I passi e le fasi da percorrere per definire, organizzare, preparare e condurre le attività operative in azienda
  • I "cantieri" in azienda: reparti produttivi, magazzini e uffici. Tempi, modalità, indicatori

I fattori critici e leve di azione

  • Conoscere e gestire i fattori critici (di successo o di insuccesso)
  • Le leve di azione: la motivazione e il coinvolgimento

Continua a leggere

Fondamenti

  • La filosofia e i principi del miglioramento continuo. Caccia agli sprechi (Muda), combattere la rigidità (Muri) e la variabilità (Mura) attraverso la consapevolezza
  • Come il metodo aiuta a rendere più facili cose semplici

La "cassetta degli attrezzi"

  • Gli strumenti operativi del miglioramento, quali sono e dove applicarli
  • Come sono correlati con gli obiettivi
  • Gli indicatori del miglioramento- Il problem solving applicato operativamente
  • Cosa sono le metodologie: 5S, SMED, VSM, TPM, Six Sigma e come si collocano nelle attività di miglioramento aziendale

Le modalità di attuazione - I "cantieri"

  • I passi e le fasi da percorrere per definire, organizzare, preparare e condurre le attività operative in azienda
  • I "cantieri" in azienda: reparti produttivi, magazzini e uffici. Tempi, modalità, indicatori

I fattori critici e leve di azione

  • Conoscere e gestire i fattori critici (di successo o di insuccesso)
  • Le leve di azione: la motivazione e il coinvolgimento

Riduci

LOGIN



Ricordami

Se hai dimenticato la password clicca qui.

Non sei ancora iscritto?

Registrati