>   Festo Consulting   >   Miglioramento Continuo

Linkedin

Facebook

Google Pluss

Email

Twitter

S
h
a
r
e

Come interveniamo

Il processo di miglioramento continuo vede al centro le persone e il suo sviluppo si traduce principalmente in attività di tipo organizzativo finalizzate:

  • Alla formazione di un team che guidi e diffonda la cultura del miglioramento continuo in azienda.
  • Alla definizione di ruoli e responsabilità

Per mettere in campo attività di miglioramento efficaci occorre definire obiettivi chiari, misurabili attraverso una serie di KPI quantitativi che permettano di fotografare la situazione esistente, orientare le decisioni di soluzione e verificare il raggiungimento del risultato.

Dal momento che "senza misurazione non vi può essere alcun miglioramento" la DISPONIBILITÀ, la QUALITÀ e una adeguata ANALISI dei dati è quindi fondamentale: il processo deve essere data driven, ovvero guidato da dati e fatti.

Da un punto di vista metodologico si tratta di mettere continuamente in atto il ciclo PDCA detto anche "ciclo di Deming". La pratica del miglioramento continuo necessita costanza, impegno, spirito indagatore e attenzione ai dettagli. Si tratta di un processo iterativo su una strada in salita.

In questo processo c'è spazio e necessità di utilizzare gli strumenti più vari a seconda degli obiettivi da raggiungere: da quelli di problem solving a quelli di analisi e elaborazione dati, da quelli di mappatura dei processi a quelli di ottimizzazione dei flussi etc.

Il primo passo è rappresentato dalla definizione di: obiettivi, relativa strategia attuativa e piano di governo del processo di miglioramento continuo.

Una fase assessment iniziale consente di "leggere l'azienda" e condividere le informazioni relative a:

  • Quanto è diffusa la cultura del dato
  • Come viene gestito il processo di miglioramento continuo e chi ne ha la responsabilità, nelle diverse aree dell'azienda
  • Se sono presenti, a che livello organizzativo e in che aree operano i gruppi di Problem Solving.
  • Quali metodi e strumenti vengono utilizzati

I passi successivi sono:

  • La definizione delle azioni da intraprendere in coerenza con gli obiettivi aziendali, allocando adeguatamente le risorse e monitorandone l'evoluzione (Governo del miglioramento)
  • L'uniformazione e la diffusione di strumenti e metodi al fine di creare un linguaggio comune che renda più efficace ed efficiente le azioni intraprese (Sviluppo del problem solving)
  • La presa in carico della responsabilità del miglioramento da parte del management al fine di garantire l'adozione delle soluzioni ed il sostegno del miglioramento
  • Il supporto allo sviluppo del miglioramento continuo con un organizzazione e delle risorse adeguate, realizzando un sistema che renda patrimonio comune le conoscenze acquisite (sistematizzazione delle migliori pratiche)
  • Lo sviluppo di una vera e propria cultura del miglioramento continuo, che permei l'organizzazione a tutti i livelli, ovvero il rafforzamento dei comportamenti funzionali agli obiettivi indicati

LOGIN



Ricordami

Se hai dimenticato la password clicca qui.

Non sei ancora iscritto?

Registrati